Disciples II Rise of the Elves

Strategico a turni in stile Medievale-Fantasy.

Graficamente non ha nulla da invidiare anche a strategici di ultima generazione.
I disegni sono gradevoli e ben fatti, inoltre cliccando con il tasto destro del mouse su qualsiasi creatura/personaggio, si visualizzerà un’interessante pergamena con tutte le caratteristiche, cosa molto utile e gradevole.

Uno stile Dark di elevata qualità.
La grafica notevole è già un buon punto di partenza per uno strategico turn-based che favorisce l’immedesimazione del giocatore, tuttavia anche la giocabilità non è da sottovalutare.
Iniziamo dicendo che il nostro alter-ego potrà essere un guerriero, un ranger, o un mago e a sua volta reclutare altre unità che lo scorteranno nel corso della campagna. Queste ultime possono essere definite “piccole” e quindi occupano un solo slot, o “grandi” come i gargoyle e wyrm che necessitano di due slot.
Nel totale gli slot sono sei, compreso lo spazio che occupa l’eroe.
Tutte le unità acquisiscono esperienza e si evolvono in unità più forti, in base alle strutture che vengono costruite nella capitale.

Le razze giocanti sono cinque: Demoni, Impero (uomini), Non-Morti, Alleanza Elfica e Clan della Montagna (nani), ognuno con una propria campagna e unità specifiche.
Le mappe che collegano le singole campagne sono interessanti, potremo oltre che concentrarci sulle missioni principali esplorarle alla ricerca di oggetti magici che aumenteranno l’efficacia in combattimento del leader e dei suoi soldati, inoltre guadagneremo utile esperienza combattendo contro eventuali nemici.

Altra caratteristica interessante è la possibilità di esportare/importare l’eroe, è possibile in qualunque momento salvarlo esportandolo con tutti gli items e l’esperienza acquisita e importarlo in successive nuove mappe.
Questo aumenta notevolmente la longevità di Disciples dando maggiore importanza alla crescita del personaggio, che non si ferma unicamente al singolo obbiettivo di completare la campagna principale, ma impegnarsi nella crescita del nostro eroe che potrà essere interpretato in successive avventure.
Infatti, elemento fondamentale in questo strategico a turni e direi essenziale per qualsiasi strategico, è la presenza di un Editor di Scenario, che ci permetterà di creare mappe con enorme semplicità, realizzare le nostre saghe personalizzate dove importare eroi precedentemente salvati.

Disciples II Rise of the Elves è considerato un modello di riferimento nel suo genere.

Voto: 10/10

by Giosef